Miele di Sulla

Il miele di sulla è uno dei mieli più apprezzati per le sue proprietà e caratteristiche organolettiche, le maggiori produzioni di miele di clementino si hanno negli agrumeti della piana di sibari ed in particolare nel territorio di Corigliano Calabro provincia di Cosenza nella regione Calabria, dove questa coltura viene praticata in grandi estensioni. Il clementino appartiene alla famiglia delle Rutacee, è un ibrido ottenuto incrociando il mandarino e l’arancio amaro. È un piccolo albero robusto, con chioma tondeggiante ed espansa. Le foglie sono sempreverdi, i fiori sono piccoli, bianchi, profumati, singoli o aggregati; la fioritura è abbondante ma la messa a frutto è piuttosto tardiva. L’impollinazione è entomofila, operata dalle api e da altri insetti pronubi. Il frutto, la clementina, è una bacca di piccola pezzatura, detta anche esperidio, ben rotondo, con una buccia liscia o leggermente rugosa, sottile, che si stacca facilmente dall’endocarpo e di color arancione. L’endocarpo è suddiviso in diversi spicchi delimitati da sottili pareti membranose contenenti la polpa succosa, dolce, di color arancione intenso e profumata.
2,80 €

Opzioni

* Campi obbligatori

Altre viste

Dettagli

Caratteristiche organolettiche:

Il miele di sulla è caratterizzato da un profumo intenso e da un colore chiaro leggermente ambrato con tendenza ad una rapida cristallizzazione assumendone un colore quasi bianco. Il suo sapore è delicato e contiene dei sentori floreali.

Proprietà ed usi:

Questo miele ha proprietà sedative e antispasmodiche ed è perfetto per chi soffre di insonnia ed emicrania. È indicato anche per chi è soggetto a ulcere, perché è cicatrizzante.
E’ uno dei mieli da tavola universalmente più apprezzato, poiché il suo aroma floreale stupisce piacevolmente e si abbina bene a quasi tutti gli alimenti dolci. È però particolarmente sensibile alla cottura e le sue caratteristiche peculiari saranno meglio valorizzate dagli usi a freddo. Da provare per dolcificare e aromatizzare lo yogurt, la panna montata e i dessert a base di panna, mascarpone o ricotta.
Il suo consumo è ideale se sciolto nel tè, perché regala un aroma davvero profumato. In Calabria viene utilizzato per la preparazione di dolci e in accompagnamento a formaggi.

I valori nutrizionali Seppur benefico, questo alimento è molto calorico e ricco di zuccheri, quindi va consumato con parsimonia.